Fédération des barreaux d’Europe

La Federazione degli Ordini Forensi d’Europa seguirà da vicino il procedimento penale del 7 gennaio 2014 promosso nei confronti del Presidente, Ümit Kocasakal, e di altri nove Consiglieri dell’Ordine degli Avvocati di Istanbul, al banco degli imputati per aver garantito il diritto di difesa in Turchia

La Federazione degli Ordini Forensi d’Europa seguirà da vicino il procedimento penale del 7 gennaio 2014 promosso nei confronti del Presidente, Ümit Kocasakal, e di altri nove Consiglieri dell’Ordine degli Avvocati di Istanbul, al banco degli imputati per aver garantito il diritto di difesa in Turchia.

La F.B.E., la più autorevole rappresentanza politico-associativa forense continentale, che riunisce 250 Ordini Forensi e più di 800.000 avvocati in Europa, considera questo assurdo processo come un gravissimo e inammissibile attacco ai principi della separazione dei poteri, dello Stato di diritto, e dei canoni fondanti della Democrazia e della Libertà.

La F.B.E., consulente ufficiale del Consiglio d’Europa, sarà rappresentata in Turchia, a Silivri, dall’avvocato di lingua turca Banu Kurtulan, che fungerà da osservatore all’udienza del 7 gennaio 2014 e nel corso di quelle successive.

Il processo nasce dall’accusa ai danni del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Istanbul- e per esso di dieci suoi componenti, che rischiano una condanna sino a quattro anni di reclusione-, cui si ascrive di aver tentato di influenzare l’organo giudicante per il solo fatto di essere intervenuto nell’aprile 2012, nel corso di un processo particolarmente importante, il caso Bayloz, a sostegno di alcuni avvocati turchi cui era stato impedito il diritto-dovere etico-costituzionale di difendere i propri assistiti.

Non è un fuor d’opera precisare che l’intervento dell’Ordine Forense in tali fattispecie è espressamente previsto dalla legge turca n. 1136 sull’Avvocatura.

L’Avvocatura Europea, nella sua più altra espressione associativa, condanna pesantemente tale iniziativa, frutto di indebita influenza politica nella giurisdizione e di un non meno evidente e grave tentativo del governo turco di portare un attacco ai principi della separazione dei poteri e allo Stato di diritto, valori giuridici che l’ Avvocatura turca e la FBE hanno sempre difeso e difendono in tutta Europa .

Per maggiori informazioni :

Javier Diago , segretario generale della FBE : tel.0034620886208 , Email : fbe.secretariogeneral @ javierdiago.es

La signora Banu Kurtulan , rappresentante ufficiale FBE : tel . +43 01 / 2126116 , fax +43 01 / 212611611 E-mail : office@kurtulan.at

Sito FBE : www.fbe.org



FBE-press-release-060114-Turk