Risoluzione sui diritti umani in Polonia, proposta dalla Commissione per i diritti umani della FBE – Varsavia, 22.09.18

23.09.2018

Il 22 settembre 2018, a Varsavia, l’Assemblea Generale della Federazione degli ordini forensi d’Europa (FBE), che rappresenta 250 Fori europei e un milione di avvocati, ha espresso serie preoccupazioni per l’attuale situazione dei giudici e degli avvocati in Polonia.

Purtroppo la FBE rileva ancora l’erosione progressiva dell’indipendenza dei giudici, dei pubblici ministeri, degli avvocati e dell’amministrazione della giustizia a causa dell’intervento largamente inteso del governo in merito alla nomina e al licenziamento dei giudici, al mancato rispetto delle sentenze giudiziarie e all’interferenza sulla magistratura inquirente.

La FBE esprime anche preoccupazione per i cambiamenti introdotti nella Corte Suprema polacca e per i procedimenti disciplinari ed esplicativi avviati contro i singoli giudici.